Re-Think, a Genova l’importanza del mare per l’economia circolare

Il 14 novembre si parlerà di trend emergenti che trasformeranno il mare nell’energia del futuro, bioeconomia, barche circolari e materiali di scarto trasformati in oggetti di consumo e design

Trend emergenti che trasformeranno il mare nell’energia del futuro, nuovi materiali che fanno leva sulla bioeconomia, barche circolari che sono movimentate da fonti rinnovabili, ed infine materiali di scarto che trovano forme ingegnose per essere riutilizzati. Si terrà a Genova, a Palazzo Tursi il prossimo 14 novembre il convegno Re-Think, interamente dedicato all’Economia Circolare declinata all’ambiente marino.

“L’Italia, con più di 8 mila chilometri di costa, è un territorio che può offrire considerevoli risorse – sottolinea Francesco Castellano, fondatore e presidente dell’associazione Tondo che ha dato vita al format Re-Think – Ad esempio, la bioeconomia marina, che include la pesca, l’acquacoltura, le alghe, i microbi, gli enzimi ed i vari sottoprodotti ha attualmente un valore stimato di circa 43 miliardi di euro all’anno. Altro esempio è l’energia marina, che pur avendo un vasto potenziale energetico (circa 80.000 TWh/anno a livello globale) ancora non ha trovato delle soluzioni tecnologiche capaci di essere utilizzate su larga scala.”

Il mare e le sue innumerevoli opportunità e sfide in ambito dell’Economia Circolare rappresentano il tema di questo secondo evento di Re-Think, dopo il successo della prima edizione in Milano a Febbraio 2019. L’evento di Genova si articolerà in quattro macro aree d’interesse:

• Energia dal mare: trend emergenti in ambito energetico che trasformano il mare in una delle fonti più interessanti per l’energia del futuro;

• Bioeconomia e materiali: progetti in corso e possibili trend di sviluppo sulla pesca, sul riutilizzo degli scarti da quest’ultima e sui biomateriali;

• Barche circolari e tecnologia: barche composte da materiali circolari, e che sono movimentate da fonti rinnovabili;

• Materiali riutilizzati: materiali di scarto, principalmente di origine sintetica, ma anche organica, da riutilizzare per creare nuovi prodotti.

L’evento “Re-think – Circular Ocean Forum” è organizzato dall’associazione Tondo APS (Associazione di Promozione Sociale), in collaborazione con il Forum Economia Innovazione (FEI). Per l’evento si sono ricevuti numerosi patrocini, dal Comune di Genova, dall’Università di Genova, da Confindustria Genova, dalla Camera di Commercio di Genova, dal Cluster Spring e dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Fra gli ospiti della giornata – che si svolgerà dalle 9.00 alle 17.00 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi – Ezio Palmisani, Amministratore Delegato di Duferco Engineering e Fabio Fugazzotto, Head of Marine Innovation di Enel Green Power.

“Re-think è un nuovo format di eventi che è stato progettato per stimolare un pensiero critico nei confronti di alcuni elementi dell’attuale sistema economico ed industriale – spiega Francesco Castellano – e di come sia possibile migliorarlo seguendo i possibili percorsi evolutivi dell’Economia Circolare, in modo da favorire anche la nascita e lo sviluppo di attività innovative ed imprenditoriali in quest’ambito”.

Il primo evento si è tenuto a Milano a Febbraio del 2019 ed ha visto la partecipazione di oltre 30 aziende, startup e istituzioni con oltre 600 partecipanti. Dopo l’evento di Genova, si ritorna a Milano con il primo Re-Think del 2020, presso la Triennale, con un focus sulle tematiche legate alle Città, ai Materiali, alle Tecnologie ed all’Agri-food.

Per maggiori informazioni sul programma consulta il sito Re-Think.