Raccolta differenziata: come smaltire la batteria dell’automobile

Dove butto la vecchia batteria dell'auto dopo averla sostituita? Scoprilo nella nostra rubrica in collaborazione con SmartRicicla

115
© George Sultan on Pexels

Smaltire correttamente la batteria dell’auto è sicuramente un’operazione delicata, soprattutto per chi si trova a cambiare il pezzo da solo e ha la necessità di sbarazzarsi di quello vecchio.

Quando, infatti, a cambiare la batteria della nostra auto è un professionista, egli ha anche l’obbligo di ritirare e smaltire il vecchio, senza costi aggiuntivi per il cliente. Ma come smaltire la batteria della macchina se decidiamo di sostituirla in autonomia?

Innanzitutto, precisiamo che la vecchia batteria non va mai abbandonata nell’ambiente, neppure vicino ai comuni cassonetti per l’indifferenziato in quanto, essendo composta sa materiali altamente dannosi, non può finire in discarica ma ha bisogno di essere riciclata secondo un processo ad hoc. È questo il motivo per la quale chi lascia le batterie per strada è passibile di sanzioni molto pesanti, nel caso in cui venga denunciato o colto in flagrante direttamente dalle forze dell’ordine.

Le batterie della macchine contengono sostanze inquinanti, metalli pesanti come il piombo e vari acidi, tra cui l’acido solforico. Nonostante questi elementi dannosi, il 90% delle batterie esauste può essere riciclato, così da recuperare circa la metà dei componenti presenti in esse. Smaltire correttamente la vecchia batteria vuol dire riciclare e recuperare materiali ancora riutilizzabili, tra i quali lo stesso piombo, può essere usato in diversi modi in numerosi settori per ricreare nuove batterie oppure nella chimica e nell’edilizia generale.

Questo comporterebbe un risparmio economico non indifferente, ma soprattutto ridurrebbe la quantità di nuova plastica, acidi vari, piombo e altri materiali utilizzati praticamente in tutte le batterie delle vetture esistenti.

Come e dove si smaltisce la batteria auto in sicurezza?

Esistono diversi modi per smaltire la batteria auto, a seconda delle esigenze puoi scegliere il metodo che fa per te.

Smaltimento nel punto di Raccolta – Nel primo caso si deve contattare la società di raccolta dei rifiuti nel comune di appartenenza; dopo aver trovato il punto di raccolta più vicino, basta portare la batteria all’apposito cassonetto per la raccolta delle batterie, in modo tale da smaltirla in maniera corretta. Coloro che abitano vicino ai punti di raccolta possono facilmente sceglierà questa soluzione e liberarsi in sicurezza della batteria auto. Un’alternativa per smaltire in tranquillità e nel rispetto della legge le batterie dell’auto, viene proposta dal Cobat (Consorzio Obbligatorio per le Batterie al Piombo Esauste e i Rifiuti Piombosi): questo servizio è offerto mediante i vari punti di raccolta che si possono trovare in tutta Italia.

Smaltimento Batterie Auto Privato – È possibile richiedere il servizio di smaltimento batterie esauste a ditte private, che si occuperanno del ritiro e del successivo smaltimento a norma di legge. Il servizio è comodo ed è diretto a privati e aziende. Inoltre si può richiedere all’elettrauto di fiducia di smaltire la propria batteria, rispettando la natura. In alcune città si può anche contattare una società privata per portare la propria batteria esausta e smaltirla.

Consegna batteria auto al rivenditore – L’ultimo metodo per poter smaltire correttamente una batteria è richiedere al rivenditore di fiducia se effettua questo servizio, nel caso in cui lo svolge ritirerà direttamente la batteria e si occuperà lui dello smaltimento della stessa opportunamente. Il ritiro da parte del negoziante non deve assolutamente essere pagato, poiché nel momento in cui si acquista la batteria il costo dello smaltimento dei rifiuti viene già pagato, di conseguenza smaltire correttamente una batteria non costa nulla, ma soprattutto non causerà danni irreparabili alla natura.

Leggi anche:

Iscriviti alla newsletter