Le migliori bici elettriche e non da acquistare con il bonus mobilità

Ecco i modelli di biciclette classiche e a pedalata assistita per sfruttare al meglio il bonus

2216

Il bonus bicicletta nato per incentivare la mobilità sostenibile è diventato legge e prevede che si possano acquistare bicilette classiche, bici elettriche, monopattini, hoverboard e segway. Il “buono mobilità” potrà coprire fino al 60% della spesa sostenuta per un massimo di 500 euro, spetta ai maggiorenni residenti nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti ed avrà efficacia retroattiva: potranno infatti beneficiarne quanti abbiano fatto acquisti a partire dal 4 maggio 2020.

Per ottenere il contributo basterà conservare la fattura e caricarla, non appena sarà on line, sull’applicazione web del Ministero dell’ambiente, accessibile anche dal suo sito istituzionale. Alternativamente alla procedura a rimborso, una volta che l’applicazione sarà operativa il buono mobilità potrà essere fruito attraverso un buono spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web, da consegnare ai fornitori autorizzati, insieme al saldo a proprio carico, per ritirare la propria bicicletta o monopattino. Queste disposizioni resteranno in vigore solo fino al 31 dicembre del 2020.

Ma intanto, vediamo quali sono le opzioni d’acquisto migliori per il settore bicicletta, sia classica che a pedalata assistita.

i-Bike City Easy

Partiamo da un modello dall’alto rapporto qualità/prezzo. La i-Bike City Easy infatti è proposta a circa 700 euro e si presenta con un telaio in acciaio con forcella in alluminio ammortizzata, un cambio Shimano a 6 rapporti, ruote da 26″, tre livelli di assistenza e un lucchetto integrato sulla ruota posteriore. Il suo peso inoltre non va oltre i 29 kg. Integra una batteria agli ioni di litio da 360 W/h e un motore da 250W, quasi uno standard nel settore, sufficiente a raggiungere i 25 km/h max. Una soluzione davvero smart e senza troppe pretese per entrare nel mondo delle bici a pedalata assistita.

Nilox X5

Sempre restando in ambito city bike, la Nilox X5 è un modello davvero interessante, anche visto il suo prezzo attorno agli 800 euro. La sua batteria rimovibile da 36V 8Ah garantisce 55 km di pedalata assistita, la velocità massima invece – prevista per legge – è sempre di 25 km/h, possibile grazie al motore da 36V e 250W. Il cambio Shimano è a 6 velocità mentre i freni sono a V sia all’anteriore che al posteriore. Il peso complessivo di questo modello si ferma ad appena 23 kg e può sopportare un carico di 140 kg. Ha una luce LED frontale, cerchi da 26″ e un display LED utile a gestire le tre varianti di assistenza.

i-Bike Brera

Completamente made in Italy, la i-Bike Brera dispone di ruote da 20 pollici, telaio pieghevole e una sella particolarmente confortevole. Il motore posteriore è da 250W con sensore a 12 magneti, mentre i 3 livelli diversi di pedalata assistita permettono di affrontare pendenze fino al 10%. La batteria da 216wh si ricarica in 6 ore e permette 20 km di autonomia: la portata massima infine è di 100kg, mentre il peso totale della bici è 22 kg. Il prezzo si aggira intorno ai 550 euro.

E-Light 2.0

La E-Light 2.0 di F.lli Schiano somiglia meno a una city-bike e più a una vera bici elettrica. È un prodotto interessante per il mondo femminile: la linea del telaio è bassa e le ruote sono da 26″, accoppiata che facilita l’utilizzo a chi ha una statura tra i 150 e i 175 cm. Il motore posteriore è da 250W e permette una velocità massima di 25 km/h: la batteria a litio PHYLION Li-Ion 13.0AH 36V 481W, alloggiata sotto la griglia portapacchi, consente di raggiungere la distanza record di 80km con l’ECO mode. La bici infine ha un display LCD per visualizzare tutte le info dei tuoi spostamenti. Si trova in commercio a circa 700 euro.

i-Bike Mud

Se vuoi una bici elettrica senza rinunciare alla sportività dalla mountain bike, allora i-Bike Mud può essere la scelta giusta. Made in Italy, la Mud monta delle ruote da 29 pollici: a far la differenza però sono la forcella ammortizzata e il cambio Shimano da 21 velocità. Questa bici elettrica ha un’autonomia fino a 60 km con una carica completa da 6 ore, regge fino ai 150 kg e pesa 23 grammi. Il suo prezzo si aggira intorno ai 1100 euro.

VanMoof S3 e X3

VanMoof S3 e X3, due facce della stessa medaglia, praticamente uguali sia dal punto di vista della tecnologia che delle colorazioni proposte (grigio ghiaccio o antracite) ma differenti per usi e dimensioni: più grande la prima, con ruote da 28” e indirizzata a ciclisti da 170 a 210 cm e più compatta la seconda, con ruote da 24” per altezze da 155 a 200 cm. Le migliorie rispetto ai modelli precedenti riguardano soprattutto l’adozione di un nuovo cambio automatico elettronico a 4 velocità, del nuovo piccolo e silenzioso motore al mozzo anteriore da 250 watt (350 nella versione per il mercato USA) della funzione Turbo Boost per una spinta istantanea nei momenti di difficoltà e dei freni a disco idraulici, sia all’anteriore che al posteriore per una frenata più potente e sicura. Prezzi al pubblico per entrambi i modelli di 1998 euro.

Gocycle G3C

La nuova G3 monta una batteria da 13.5 Ah con un’autonomia che raggiunge gli 80 km. La nuova G3 è dotata di una grande luce centrale integrata all’interno del manubrio per una maggiore visibilità in condizioni di scarsa illuminazione. Il cruscotto manubrio ha un look più elegante. La Gocycle G3 ha un nuovo livello di controllo da parte del biker attraverso l’app GocycleConnect per smartphone con sistema operativo iOS e Android, non è necessaria per guidare la bici ma permette di personalizzare la ebike secondo le proprie specifiche esigenze, come per esempio cambiare rapidamente le modalità di assistenza, impostare le mappe e usare il cursore sui grafici per controllare quando si ha bisogno di assistenza al motore oppure quando utilizzare la pedalata, con un clic si fa l’upload e la mappa è subito caricata sulla Gocycle. La nuova Gocycle ha mantenuto un peso di 16,3 kg e sarà disponibile in 3 colorazioni: White, Electric Blue e Matt Black ed è prevista nel formato Base Pack, Commuter Pack, Commuter+ Pack e Portable Pack, prezzi a partire da 4.499 €.

Spostandoci nel campo delle biciclette classiche, abbiamo scelto quattro modelli, due prettamente femminili e due più maschili:

Cicli Cinzia Promenade

Una bicicletta da città in pieno stile con telaio in alluminio, cambio a sei velocità e ruote da28″, ma con un design un po’ retrò che ricorda le bici da passeggio. Il peso è di soli 15 kg. Questa è una bicicletta basica, ottima per un uso cittadino quotidiano, che combina il design alternativo a quello sportivo, spesso curvo sul corpo centrale del mezzo. Si trova a circa 260 euro.

Elops 520 – B’Twin

Una bicicletta urbana, economica, comoda. Studiata per la città, con ruote ampie e scorrevoli e pneumatici non troppo sottili da 45 millimetri che permettono di superare meglio le asperità dell’asfalto. Pratica, grazie al cestino anteriore e il porta-pacchi posteriore (che può alloggiare anche l’apposito seggiolino per bambini). Indicata per il pubblico femminile, grazie a geometrie specifiche del telaio in acciaio e una linea curata nei dettagli, con ruote da 28 pollici e cambio a 6 velocità. Le luci anteriore e posteriore sono a Led e proiettano, rispettivamente, un fascio profondo 30 e 150 metri a vantaggio della sicurezza. Il prezzo è di circa 250 euro.

Ortler Mainau

Questa biciletta è pensata per un pubblico maschile e coniuga la passione per lo sport con l’esigenza di spostarsi comodamente in città. Oltre al nobile design minimalista può vantare un solido telaio in alluminio che garantisce un peso ridotto e un’elevata durata. Grazie all’attacco manubrio variabile e al manubrio ergonomico, la posizione di seduta può essere regolata individualmente. L’’Ortler Mainau convince anche per una gamma completa di componenti Shimano affidabili, ruote robuste e accessori intelligenti come la dinamo da mozzo Shimano, il fanale posteriore a LED o i pneumatici antiforatura Schwalbe. Costa intorno ai 550 euro.

FIXIE Inc. Floater Race 8S

Incredibilmente economica, una vera e propria FIXIE Inc.: La Floater Race con il classico manubrio da corsa è perfetta per i ciclisti che preferiscono una posizione da vera bici da corsa anche in città. Dotata di un robusto telaio in alluminio e di un cambio a 8 marce, può contare anche sul peso ridotto. Si trova sul mercato a circa 500 euro.

Per chi ha esigenza di caricare la biciletta sui mezzi pubblici, metro e bus cittadini, c’è l’opzione bici pieghevole. Può essere sia elettrica che non ed è sicuramente più pratica e maneggevole quando si tratta di porta in giro a mano. Molto pratica anche nel caso in cui la si volesse portare con sé in vacanza: basta piegarla e caricarla in auto e il gioco è fatto.