Bonus verde nel 730, in arrivo detrazioni per giardini, terrazze e balconi

Case e giardini sempre più green grazie allo sconto fiscale riservato agli interventi per il “verde” delle abitazioni. La legge di Bilancio per il 2018 offre la possibilità, in sede di dichiarazione dei redditi, di usufruire della detrazione Irpef del 36% per spese sostenute per la “sistemazione a verde” di aree scoperte private degli edifici, comprese pertinenze, recinzioni, impianti di irrigazione, e per la realizzazione di pozzi, coperture a verde e giardini pensili.

Chi ha in mente di rendere la sua casa più ecosostenibile, chi vuole sistemare un giardino o riqualificarlo ricavando un orto, può approfittarne con tanti vantaggi non solo per l’ambiente ma anche per il portafogli.

La detrazione del 36% si calcola su un limite di spesa di 5mila euro per unità immobiliare a uso abitativo (comprese pertinenze) e viene ripartita nella dichiarazione dei redditi in dieci quote annuali.

Il bonus è riservato a chi realizza opere di modifica di un giardino o area verde e a chi ne crea uno ex novo. Non sarà possibile detrarre i costi per l’acquisto di fiori e piante, a meno che questo non avvenga all’interno di un progetto di più ampio respiro e di carattere permanente.

Sono agevolati anche gli interventi su alberi secolari o di pregio ma non i lavori di manutenzione ordinaria dei giardini, non connessi a un intervento innovativo o modificativo.

Del bonus possono beneficiare i contribuenti che posseggono o detengono l’immobile dove vengono effettuati i lavori o, se si tratta di interventi condominiale, al singolo condomino per la quota di spesa a lui imputabile. Naturalmente i pagamenti devono essere tracciabili e la fattura deve indicare il codice fiscale del beneficiario del bonus e la descrizione dell’intervento, dimostrando che la spesa rientra tra quelle detraibili.

Già nella dichiarazione dei redditi di quest’anno è possibile riportare le spese sostenute per la sistemazione del verde, nelle righe E41 a E43 e utilizzando nella colonna 2 il codice numero 12. Qui vanno riportate le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018.

Il bonus green è stato prorogato anche per il 2019 dalla legge di Bilancio quindi anche l’anno prossimo, nel 730/2020, sarà possibile portare in detrazione le spese sostenute nell’anno in corso.