Wavestar, la piattaforma che ricava energia pulita dal moto ondoso

In Danimarca le piattaforme Wavestar stanno dimostrando tutto il loro potenziale nel produrre energia elettrica da fonti rinnovabili

Una macchina che sfrutta l’energia prodotta dal moto ondoso del mare per trasformarla in energia pulita: è questo il principio base di Wavestar, letteralmente la stella delle onde, una piattaforma oleodinamica che promette di creare – sempre attraverso lo sfruttamento sostenibile del moto ondoso – abbastanza energia elettrica da soddisfare potenzialmente cinque volte il fabbisogno mondiale.

Il progetto è stato ideato da due ingegneri danesi appassionati di vela, Niels e Keld Hansen, nel 2000. La macchina è in grado di produrre energia dalle onde del mare grazie a una fila di boe semisommerse, che si alzano e si abbassano al passaggio delle onde. Ciò consente di produrre continuamente energia sfruttando la regolarità e la costanza delle onde.

Per garantire alle piattaforme una lunga durata ed una continua efficienza, esse sono dotate di un peculiare sistema di protezione: nell’eventualità in cui, a causa di una tempesta, il mare dovesse risultare fin troppo mosso, i galleggianti vengono infatti issati ben al di sopra del moto ondoso. “L’energia delle onde – si legge sul sito – svolgerà un ruolo cruciale nel garantire il nostro futuro energetico, ma sopravviveranno solo le macchine in grado di resistere alle tempeste più forti”.

La macchina Wavestar trae energia dalla potenza delle onde tramite dei galleggianti fissati a una piattaforma che poggia su una struttura ancorata al fondo del mare. Il movimento dei galleggianti viene trasferito tramite un sistema idraulico in un generatore, producendo elettricità. Le onde percorrono la lunghezza della macchina, sollevando ognuna 20 galleggianti. Alimentare il motore e il generatore in questo modo consente una produzione continua e regolare di energia.

Le questioni ambientali e climatiche, nonché l’incertezza sull’approvvigionamento energetico, richiedono che diversifichiamo il nostro approvvigionamento energetico da più fonti rinnovabili e pulite. Gli ingegneri della Wavestar puntano quindi ad un futuro energetico totalmente sostenibile, attraverso la costruzione di veri e propri parchi di produzione di energia elettrica a partire dal moto ondoso. E non è tutto qui: le stesse piattaforme, nella loro visione, potranno essere combinate ad impianti eolici offshore e ad impianti fotovoltaici.

“Noi di Wavestar non vogliamo soltanto produrre elettricità – si legge sul loro sito – vogliamo dare energia ad un intero nuovo modo di pensare, ad una piena comprensione del nostro bisogno di soluzioni energetiche pulite ed eleganti, e soprattutto capaci di lavorare insieme per soddisfare il fabbisogno energetico del nostro Pianeta”.