I benefici del camminare: fa bene al corpo, alla mente e all’ambiente

Dal fisico all'umore, camminare presenta numerosi vantaggi per la salute e per l'ambiente

Hai mai pensato a quanti benefici apporti il camminare? Sono molti i vantaggi che derivano da una bella passeggiata, soprattutto se ripetuta con costanza. Innanzitutto, camminare fa bene al corpo e alla mente – aiuta a tenersi in forma e migliora l’autostima – ma fa bene anche all’ambiente. La lotta ai cambiamenti climatici inizia dai piccoli gesti e spostarsi a piedi aiuta sicuramente a ridurre le emissioni di CO2 e l’inquinamento.

Passeggiare a contatto con la natura comporta una diminuzione nella formulazione di pensieri negativi e un cambiamento positivo sull’umore. Quando ci ritroviamo immersi nella natura, tra gli alberi e il verde, il nostro battito cardiaco rallenta, la pressione si abbassa e l’umore migliora velocemente. Sembra quindi che ci sia una connessione tra l’esperienza della natura e salute mentale.

Ma la crescente urbanizzazione e i ritmi frenetici di vita spesso ci impediscono di goderci la natura. Allora cosa fare? Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per trarre beneficio dalla camminata occorrono circa 10000 passi al giorno, approssimativamente 7km. Per chi svolge attività sedentarie o per chi non ha tempo di andare in palestra, è fondamentale concedersi almeno mezz’ora di passeggiata al giorno. Tanto basta per ottenere i benefici derivanti dalla camminata, che qui vediamo nel dettaglio:

1. Camminare migliora l’autostima e l’umore – Uno studio inglese dimostra come camminare nel verde salvi dai pensieri negativi. Ma a beneficiarne è anche l’autostima, perché il raggiungimento degli obiettivi aumenta la fiducia in noi stessi.

2. Camminare aiuta a peso e tonificare i muscoli – Una passeggiata a passo svelto di almeno 30 minuti, abbinata a una dieta sana ed equilibrata, aiuta a bruciare i grassi e a perdere peso, facendoti ritrovare il tuo peso forma e donando tonicità alla muscolatura.

3. Camminare riduce la cellulite – La sedentarietà è nemica della nostra forma fisica mentre passeggiare rimette in moto la circolazione e aiuta a combattere l’antiestetico effetto a buccia d’arancia derivato dalla cellulite.

4. Camminando alleni il cuore – Il cuore è un muscolo: più viene allenato e più diventa forte. Potete camminare a ritmo costante o variare intensità e pendenza. In questo caso anche la frequenza cardiaca cambierà, rendendo più efficiente il sistema circolatorio e facilitando l’ossigenazione del vostro corpo.

5. Muovendoti a piedi ti ammali di meno – Migliorando la circolazione, migliorerà anche la reattività del sistema immunitario. Camminare, infatti, aumenta il rilascio di endorfina, stimola il sistema linfatico e diminuisce il livello di stress, fattori tutti che aiutano il sistema immunitario a lavorare più efficacemente.

6. Camminando riduci il rischio di diabete – Camminare aiuta a prevenire non solo i problemi articolatori, cardiaci e polmonari, ma accelera il metabolismo e riduce il rischio di diabete: una camminata aiuta infatti a metabolizzare il glucosio e attiva tutto il corpo, facendolo funzionare in modo molto più veloce e fluido.

7. Riduci il rischio di cancro al seno – Secondo uno studio pubblicato sulla rivista della American Association for Cancer Research, le donne in menopausa che camminano regolarmente almeno 30 minuti al giorno riducono del 10% il rischio di cancro al seno rispetto a chi conduce una vita sedentaria.

8. Camminare fa bene alla vista – In genere passiamo il nostro tempo davanti allo schermo di un computer o comunque in spazi chiusi dove sforziamo molto la vista. Una passeggiata all’aria aperta aiuta a riposare gli occhi e ad esercitare la vista da lontano.

9. Camminare aumenta la creatività – La scienza ha dimostrato che una camminata outdoor svolge un effetto di potenziamento della creatività che permane anche dopo che la camminata è finita. Quindi se vuoi trovare soluzioni creative a problemi quotidiani o semplicemente vuoi trovare soluzioni, camminare è l’attività migliore.

10. Camminare allunga la vita – Secondo gli scienziati con una camminata di 25 minuti, fatta in modo regolare, puoi allungare la tua vita da 3 a 7 anni in più. Infatti camminare dimezza il rischio di infarto dopo i 50 anni e riduce la possibilità di ammalarsi, permettendoti di condurre una vita più sana e longeva.