Nikola, il primo camion elettrico a zero emissioni sul mercato dal 2021

La prima versione sarà full electric a ioni di litio con 500 chilometri di autonomia e nel 2023 uscirà nella versione a idrogeno con celle a combustibile

1740

Si chiama Nikola Tre ed è il prodotto della joint venture tra Iveco e la startup americana Nikola Motors il camion elettrico a batteria (BEV) studiato per i mercati europei. Il Nikola Tre è una motrice a propulsione elettrica sviluppata dall’azienda americana che si basa sul recente Iveco S-Way, ma al posto del tradizionale propulsore termico è spinto da un motore alimentato a batterie a ioni di litio.

Entro il 2021 il veicolo sarà sul mercato in versione full electric e avrà un’autonomia di circa 960 chilometri, mentre a partire dal 2023 è in programma la commercializzazione della versione a celle di combustibile alimentate a idrogeno, cioè con fuel cell che a loro volta producono la corrente necessaria agli elettromotori.

Il progetto è di Chn Industrial e Nikola, la start up americana che “promette” di rivoluzionare il mondo dei truck grazie ai sistemi di powertrain a zero emissioni. Entro il terzo trimestre dell’anno prossimo è prevista la fase di test su strada del Nikola Tre in versione Bev (Battery electric vehicle) con una capacità totale fino a 720 kWh, poi sempre tra 2020 e 2021 sarà sviluppato il prototipo della versione fuel cell (Fcev – fuel cell electric vehicle) che sarà poi testato da una rete di clienti selezionati. Il powertrain avrà una potenza di 480 kW di energia e unacoppia massima di 1,800 Nm.

A partire dal 2021 sarà in vendita la versione elettrica a batteria (BEV – Battery Electric Vehicle), dal 2023 la versione elettrica a celle a combustibile (FCEV – Fuel Cell Electric Vehicle). Entrambe le versioni saranno predisposte per i più avanzati livelli (4 e 5) di guida autonoma. L’idea è di realizzare un sistema modulare dove batterie a ioni di litio e fuel cells saranno integrabili.

Saranno prodotti in Europa i nuovi modelli sia elettrici con batterie a ioni di litio sia quelli a idrogeno anche se è ancora troppo presto per capire in quale stabilimento. La linea Iveco S-Way ha la sua base produttiva in Spagna, mentre i veicoli commerciali medi e quelli leggeri sono prodotti in Italia, ma molto dipenderà dalla capacità dei mercati di assorbire la nuova linea a zero emissioni.

L’obiettivo dell’operazione è di rompere gli schemi sul mercato del trasporto pesante. “Saremo in grado di pareggiare e superare le performance del Diesel”, sottolinea Gerrit Marx. Il modello della futura rete di distribuzione di idrogeno, a cominciare dall’Europa, sarà costruito sulla base di quanto già realizzato da Cnh con i distributori di gas naturale. Basteranno però, questa è la stima, settanta stazioni per coprire l’intera rete europea e 10-15 minuti per fare il pieno.

Nikola TRE offrirà un nuovo sistema di infotainment basato sul sistema operativo proprietario di Nikola che integra le funzioni di intrattenimento e di navigazione, nonché controlli per la maggior parte delle funzionalità del camion. Fra queste climatizzazione, regolazione della retrovisione, regolazione delle sospensioni, sistema di telecamere a 360 gradi, navigazione, sistema audio Bluetooth, diagnostica completa.

“Abbiamo già ricevuto molti ordini per Nikola Tre, più di quanto siamo in grado di produrne al momento, in particolare Germania, Norvegia e Italia» ha detto il ceo di Nikola Trevor Milton, che ha poi spiegato che il nome scelto dalla società, con base in Arizona, si ispira all’inventore Nikola Tesla, esattamente come il nome scelto da Elon Musk. Naturale allora la domanda: Volete diventare la Tesla dei Truck? “Vogliamo fare nel mondo dei camion qualcosa di mai fatto prima” la risposta.