Ripartire dalla creatività: la risposta del turismo alla pandemia da Covid

Per l'estate 2020 si pensa a soluzioni di viaggio alternative che coniughino rispetto delle regole, relax e gusto della scoperta

849
© Massimo Virgilio on Unsplash

Il turismo italiano sta cercando di riprendere, in modo graduale e cauto, i suoi normali ritmi; ora è il momento della creatività: bisogna pensare in modo alternativo e problematico, trovando soluzioni che mantengano intatto il gusto della vacanza e del relax.

Molte startup si sono attivate per migliorare i servizi di prenotazione e di gestione delle presenze sulle spiagge e sui mezzi pubblici, per garantire le attività di sanificazione degli alloggi e delle strutture ricettive, per rendere agevole l’organizzazione dei giorni di vacanza al mare o in montagna.

Alcune startup, invece, si stanno occupando della digitalizzazione dei beni culturali, con l’obiettivo di rendere accessibili online esposizioni museali o itinerari archeologici, che non possono più essere facilmente raggiungibili. Ad esempio Hi.Stories offre soluzioni innovative per i beni culturali quali gamification, servizi per la didattica museale e consulenza per la progettazione di contenuti online e storytelling; Utopic è un’app che guida i propri utenti per le strade d’Italia alla scoperte delle sue bellezze, degli aneddoti e della storia dei luoghi visitati. Attualmente mette a disposizione dei musei italiani la propria piattaforma in versione gratuita per digitalizzare contenuti.

Altre piattaforme aggregano diverse esperienze locali, dalla cultura allo sport, con l’obiettivo di sviluppare nuovi prodotti che permettano ai viaggiatori di scoprire il territorio e le attività che esso offre anche da casa e prima della partenza, valorizzando tutta la filiera del turismo coinvolta.

Elesta Art Travel, tour operator italiano relativo al mondo dell’arte, insieme a Play the City ha sviluppato delle esperienze di gamification oppure Sharewood, piattaforma di riferimento per i viaggi e le attività outdoor, ha realizzato con i suoi partner un ebook per raccontare le esperienze sostenibili che sarà possibile vivere all’aria aperta.

Giunge dalla Puglia un’idea interessante e accattivante per promuovere il territorio regionale. I sanseveresi Fabio Viola e Gianfelice Boncristiano sono gli ideatori di una mappa multimediale per far conoscere storia, tradizione ed aspetti naturalistici della Regione Puglia.

Attraverso la gamification la storia, le tradizioni e il turismo del territorio pugliese vengono resi fruibili in modo semplice e immediato; questo strumento multimediale potrebbe risultare molto utile anche a scopi didattici sia per l’apprendimento della lingua italiana e della lingua inglese sia per ampliare le conoscenze storiche, geografiche e naturalistiche.

Tutto è partito dal lockdown, quando tutti noi eravamo costretti a trascorrere gran parte del giorno nelle nostre case. Il viaggio era possibile solo attraverso il digitale con video, tour virtuali e siti web che offrivano la possibilità di condividere foto, video o gite online. 

Perché non far conoscere il territorio e la cultura pugliese attraverso uno strumento interattivo e digitale? Così è nato il progetto ExplorePuglia (clicca qui), ideato da MamApulia e MobileIdea srl, con supporto di Iperurania, per un pubblico giovane e non solo.

Dopo aver inserito il proprio nome, inizia il viaggio attraverso le varie province pugliesi; la mappa è disponibile anche in lingua inglese. Per ogni provincia, con una grafica da cartoon, sono stati inseriti i principali monumenti e i cibi tradizionali del luogo.

Una volta scelta la provincia, il turista si trova a leggere alcune informazioni sul territorio scelto; vengono messe in risalto le più importanti vicende storiche, i principali monumenti, notizie relativi alla cultura enogastronomica, siti conosciuti per le particolarità naturali e paesaggistiche. Alla fine di questa breve sezione informativa, apparirà un quiz con tre domande relative a ciò che si è letto in precedenza. Alla fine di ogni quiz apparirà un box per vedere i punti totalizzati in ogni singola provincia e il punteggio totale. Completata l’esperienza, verrà generato un diploma di Pugliesità in pdf che può essere stampato o condiviso sui canali social.

Idee utili e semplici per aiutarci a vivere il turismo nel modo più spensierato e divertente possibile, ma rimanendo rispettosi delle norme relative al distanziamento sociale.