Brevettato impianto che separa rifiuti organici da plastica e produce biogas

Il progetto si chiama P.A.S.S. ed è stato creato dalla Palmieri Group. Il primo macchinario è attivo in provincia di Pavia, il secondo sarà inviato a breve in Croazia

924

Le tecnologie per la raccolta differenziata diventano sempre più evolute e presto saranno in grado di trasformare i rifiuti organici in biogas separandoli anche dalla plastica. Il primo macchinario in grado di compiere questo processo è stato ideato dall’azienda Palmieri Group, attiva nel settore di macchine per riciclare rifiuti, che ha creato un sistema chiamato P.A.S.S. (Palmieri Advance Splitting System).

La nuova tecnologia è stata brevettata nel bolognese, a Gaggio Montano, e consiste in un innovativo macchinario per pre-trattare e trasformare i rifiuti organici in biogas. Denominato Pass, è stato progettato e realizzato dalla Palmieri Group, azienda tra i leader mondiali nei settori di utensili, tunnel, miniere e macchine riciclaggio.

Da solo il macchinario separa rifiuti plastici e ferrosi, con una resa di 15 tonnellate l’ora, fino ad arrivare a spremere la parte “molle” restante in una purea che, immessa in bio-digestori, è pronta ad essere utilizzata per produrre biogas. Lungo 10 metri e alto 3 sostituirà cinque macchinari con uno solo che svolgerà tutti i compiti precedentemente svolti da 5 macchine.

Pass è dotato delle più moderne e avanzate tecnologie, completamente automatizzato è composto da più moduli: un modulo di pretriturazione, posto nella parte superiore della macchina ed un gruppo di spremitura. Tra i due moduli può essere aggiunto un modulo deferrizzatore. La macchina viene alimentata dall’alto, tramite appositi sistemi di carico. Il rifiuto entra in una zona di pretriturazione, regolabile secondo il tipo di rifiuto, e a caduta passa successivamente in una vasca che alimenta a sua volta il gruppo di spremitura.

Il primo macchinario è già attivo ed è stato messo in funzione in provincia di Pavia, ma l’azienda non si ferma: entro la fine di giugno un secondo macchinario partirà per la Croazia dove inizierà il suo processo di trasformazione dei rifiuti organici in biogas.