A New York l’orologio che segna quanto ci resta per salvare la terra

Al pianeta restano poco più di sette anni prima della catastrofe

384
screenshot da video

Poco più di sette anni. È il tempo che ci resta per fermare i cambiamenti climatici e limitare le emissioni di biossido di carbonio prima che si arrivi a un punto di non ritorno.

Il count down è stato avviato a New York dal Climate Clock, l’iniziativa di un gruppo di artisti, attivisti e scienziati che hanno portato nel cuore della Grande Mela un orologio che segna gli anni, i giorni, le ore, i minuti e i secondi che abbiamo per agire.

Ad accompagnare il conto alla rovescia la scritta “The Earth has a deadline”, la Terra ha una scadenza. Sul sito ufficiale dell’evento, anche un messaggio volto a sensibilizzare la popolazione mondiale: “L’umanità ha il potere di aggiungere del tempo, ma solo se lavoriamo collettivamente e misuriamo i nostri progressi rispetto a obiettivi ben definiti”.

Il countdown, che segue una stima basata sugli studi condotti dalle Nazione Unite, dovrebbe esaurirsi a gennaio 2028. In quel momento e con gli attuali livelli di inquinamento da Co2, la temperatura media della Terra salirà di 1,5-2° C con conseguenze catastrofiche per il pianeta.

Il Climate Clock, comparso sulla parete del grattacielo Metronome a Union Square, New York, era stato installato a Berlino lo scorso anno mentre nel 2021 sarà a Parigi.