Clima, l’allergia da polline arriva sempre prima ed è più fastidiosa

I cambiamenti climatici hanno determinato un allungamento della stagione dei pollini e una gravità dei sintomi associati alle allergie

112
Bittany Colette on Unsplash

I cambiamenti climatici hanno conseguenze dirette sulla salute dell’uomo. In questo caso, sulle allergie da pollini. È quanto affermano i ricercatori della University of Worcester in uno studio pubblicato sulla rivista Science Advantage.

Il gruppo guidato dal Prof. Alexander Kurganskiy ha elaborato un modello statistico predittivo per “simulare” l’aggravamento delle stagioni dei pollini nei prossimi anni. Sono stati utilizzati anche i dati forniti dal JULES (Joint UK Land Environmental Simulator) relativamente a 407 agenti scatenanti.

Non è la prima volta che l’innalzamento delle temperature viene associato a una maggiore diffusione del polline nell’aria.

Secondo uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences infatti negli ultimi anni rispetto al 1990 la stagione dei pollini si è allungata di 20 giorni e la quantità di polline in circolo nell’aria è aumentata del 21 per cento. Il che si traduce in un prolungamento e aggravamento dei sintomi con un impatto sui sistemi sanitari oltre che sulla qualità di vita delle persone.

Ultimamente le stagioni dei pollini iniziano 20 giorni prima rispetto al 1990 e questo anticipo sembra strettamente legato al cambiamento climatico: il riscaldamento globale modifica l’orologio interno delle piante inducendole a produrre il polline prima rispetto al solito e impattando anche sulla quantità di polline che entra in circolo nell’aria.

Allergie da pollini, cosa fare: i rimedi naturali

Chi soffre di allergia da polline, si trova a combattere con occhi rossi, naso che cola e stanchezza cronica. Ma come tenere sotto controllo questi sintomi con i rimedi naturali? Antinfiammatori naturali come curcuma e ribes nero sono validi alleati, sia durante la fase acuta che per l’efficienza del sistema immunitario.

Limitare l’esposizione ai pollini è spesso difficile, anche se si possono adottare alcuni accorgimenti come areare la casa la mattina presto e cambiarsi d’abito dopo un’uscita. Anche la mascherina utilizzata contro il Covid protegge le vie aree dall’inalazione dei pollini.

Iscriviti alla newsletter