Come preparare una crema idratante in casa con ingredienti naturali

Benvenuta primavera! Come preparare la pelle con scrub, idrolati e creme idratanti fatte in casa con ingredienti naturali

181
Dana Tentis on Pexels

Durante la primavera la protezione e l’idratazione per la pelle non devono mai mancare. Per eliminare i segni dell’inverno, il viso e il corpo dovranno essere esfoliati per eliminare tutte le cellule morte e diventare più luminosi e recettivi verso i trattamenti.

Come preparare uno scrub naturale fai da te

Basterà effettuare uno scrub delicato, preparato in casa, a base di zenzero, arancia e cannella. Potete miscelare in una tazza per il caffellatte 1 cucchiaio di zucchero di canna, 1 cucchiaio di miele, 2 cucchiai di fecola di mais, il succo di un’arancia, 2 gocce di olio essenziale di cannella e 2 gocce di olio essenziale di zenzero. Aggiungete l’olio di semi di girasole fino a ricoprire e superare il composto di due centimetri.  Miscelate il tutto con un cucchiaio e applicare sul corpo con un massaggio circolare delicato dal basso verso l’alto una volta a settimana.

A questo punto potete applicare sulla una crema idratante, di derivazione vegetale, che potete acquistare presso il vostro erborista di fiducia. Contemporaneamente alla crema potreste cimentarvi nel preparare in casa un idrolato di piante.

Come preparare un idrolato in casa

L’Idrolato è un’acqua derivata dalla distillazione di piante, tramite lo stesso processo dal quale si ottengono anche gli oli essenziali. L’idrolato ha le proprietà dell’olio essenziale ma, essendo diluito, risulta molto più delicato tanto da essere utilizzato direttamente sulla pelle. Si può usare come idratante per la pelle, come struccante e come tonico. L’idrolato più conosciuto è l’acqua di rose.

Alcune piante officinali per realizzare un idrolato sono:

  • La rosa (fiori): ideale per prendersi cura della pelle, soprattutto quella del viso, dove aiuta a combattere i segni del tempo;
  • La camomilla (fiori): ideale per la cura di pelli colpite da infiammazioni e problemi legati al microcircolo come la couperose;
  • Il rosmarino (foglie e fiori): ideale per prendersi cura della pelle grassa e acneica. L’acqua di rosmarino vanta proprietà astringenti e purificanti ottime anche sul cuoio capelluto quando si ha del sebo in eccesso;
  • La lavanda (fiori): ideale per le pelli grasse e miste non tendenti all’acne grazie alle sue proprietà astringenti e antisettiche;
  • L’amamelide (foglie e corteccia): è una pianta lenitivo per eccellenza; il suo idrolato è perfetto da vaporizzare sulle gambe quando si hanno problemi di circolazione.

Se fosse difficile trovare la pianta fresca potete rivolgervi al vostro erborista di fiducia e acquistare la pianta secca, tenendo presente che ne occorrerà circa due volte e mezza della fresca.

Preparare l’idrolato è molto semplice: bisogna mettere in una pentola un litro di acqua, un cestello separatore tra l’acqua e la pianta al centro del quale metteremo un contenitore in pyrex. Mettete la pianta (100 grammi per la fresca, 250 grammi per la secca) intorno al nostro contenitore in pirex e coprite la pentola con un coperchio bombato messo al contrario sul quale possiamo mettere le mattonelle di ghiaccio per i frigo da campeggio. Quando l’acqua andrà in ebollizione il vapore, prodotto dall’acqua, attraverserà la pianta catturandone i principi attivi per poi raggiungere il coperchio freddo e ritrasformarsi in liquido che verrà convogliato dal coperchio stesso (messo al contrario che farà una sorta di imbuto) verso il contenitore in pirex.

Se avete a disposizione un distillatore o una vaporiera potete usarle per ottenere lo stesso risultato.

L’idrolato raccolto nel contenitore in pyrex, una volta raffreddato, dovrà essere conservato in frigorifero in quanto privo di ogni conservante, quindi usato al massimo entro una settimana.

Con lo stesso principio potete provare a fare delle acque profumate ricordando che gli agrumi, di cui si usa anche la scorza per fare le acque profumate, sono fotosensibilizzanti e quindi esporsi al sole dopo la loro applicazione potrebbe macchiare la pelle.

©Mareefe on Pexels

Come realizzare una crema idratante in casa con ingredienti naturali

Per completare la vostra opera potete trasformare l’idrolato appena fatto in una crema idratante. Prendete 50 grammi di burro di Karité non profumato, 1 cucchiaio di olio di mandorle o di girasole e un cucchiaino di cera di riso e fate fondere tutto a bagnomaria. Una volta fusi trasferite il composto in un contenitore e per circa due minuti sbattetelo lentamente con le fruste per montare la panna. Aggiungete poi 50 grammi del vostro idrolato riscaldato ma non portato a ebollizione. Mescolate velocemente con le fruste per altri tre minuti o finché il composto non sarà del tutto omogeneo. Fate raffreddare, girando il composto, a bagnomaria, mettetelo nel vostro vasetto pulito e sterilizzato e conservate in frigo non più di una settimana.

Con questi piccoli accorgimenti potrete fare in casa i vostri cosmetici di pulizia e idratanti per la pelle oltre che prendervi il tempo per voi stessi mentre li preparate. Avrete sicuramente il vantaggio di poterli “personalizzare” e saranno sempre freschi di primavera.

Iscriviti alla newsletter


Sostieni SmartGreen Post con una donazione!