Che relazione c’è tra industria del tessile ed economia circolare?

Tondo - organizzazione no-profit incentrata sull'Economia Circolare - ha presentato il primo studio italiano sulla relazione tra industria del tessile ed Economia Circolare nel Nord Italia.

200
© Pixabay

Tondo è lieta di presentare “Circular Threads”, il primo studio che ha l’obiettivo di investigare il legame tra l’industria tessile e della moda italiana e l’Economia Circolare.

Lo studio, realizzato in collaborazione con Fondazione Pistoletto, Associazione Tessile e Salute e rén collective, ha permesso di analizzare il livello di sostenibilità e di circolarità delle aziende tessili e di moda nel Nord Italia, con un particolare focus nel distretto biellese, polo di eccellenza e riferimento per il settore tessile italiano.

Lo studio mira a rappresentare una panoramica della situazione attuale e ad accelerare la transizione verso l’economia circolare nel settore tessile, identificando le migliori pratiche messe in atto e le principali sfide affrontate dalle aziende.

Nello specifico, è stata condotta un’analisi su tre livelli: per il primo livello, desk research, sono state identificate una serie di azioni sostenibili e circolari per l’industria tessile ed è stato verificato quali di queste azioni sono state implementate in un campione di 300 aziende del Nord Italia. Come secondo livello di analisi è stato sottoposto un questionario ad un campione di quasi 70 aziende volto a valutare il livello di pratiche circolari e sostenibili implementate in una serie di aree chiave. Da ultimo, è stata condotta un’analisi dettagliata basata sui flussi di materiali per 2 aziende al fine di calcolare un indice di circolarità a livello di prodotto adottando la metodologia della Ellen MacArthur Foundation.

Considerando la rilevanza strategica dell’industria italiana della moda e del tessile, la transizione verso modelli di produzione più circolari e sostenibili rappresenta non solo una necessità ma anche una rilevante opportunità economica. Tuttavia, lo stato che emerge dallo studio rivela una mancanza di implementazione delle pratiche di economia circolare con sole poche eccezioni degne di nota che stanno aprendo la strada verso un’industria più circolare.

Per accelerare questa importante transizione, alcune azioni stanno diventando sempre più rilevanti e dovrebbero essere perseguite dalle aziende tessili e della moda nell’immediato futuro.

In particolare, sulla base dei risultati dello studio, una maggiore attenzione dovrebbe essere assegnata a: design del prodotto, trasparenza, selezione dei fornitori, simbiosi industriale, attività di ricerca e sviluppo per nuovi materiali sostenibili e circolari, ed infine un più ampio cambiamento culturale che potrebbe sostenere il processo di transizione.

Per maggiori informazioni visita il sito: Tondo | Reshaping our future through the Circular Economy

Iscriviti alla newsletter


Sostieni SmartGreen Post con una donazione!