Giornata Mondiale della Bicicletta: “La bici ridisegna il futuro”

Dal 2018, ogni 3 giugno in tutto il mondo si festeggia la Giornata mondiale della bicicletta. L'obiettivo è creare maggiore consapevolezza sui benefici sociali, ambientali e di salute personale derivanti dall'uso della bicicletta come mezzo di trasporto e per il tempo libero. Da ECF e FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta una campagna per realizzare una nuova sostenibilità in ambito urbano, energetico e di convivenza.

111
© FIAB

In occasione della Giornata mondiale della Bicicletta del 3 giugno (istituita nel 2018 dalle Nazioni Unite per la consapevolezza dei benefici sociali derivanti dall’uso della bicicletta come mezzo di trasporto e per il tempo libero), FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta lancia la campagna «La BICI ridisegna il FUTURO» direttamente ispirata al messaggio di ECF-European Cyclists’ Federation* “How will the bicycle shape our future?”

 “Il mondo sta cambiando e la dipendenza dai combustibili fossili sta causando enormi danni al pianeta, al clima globale, così come alla nostra pace e sicurezza. Tutti, semplici cittadini e decisori politici, siamo chiamati a scelte consapevoli: la bicicletta è una soluzione climatica, energetica, sociale e urbanistica fondamentale, e come tale deve diventare una priorità – dice Alessandro Tursi, presidente FIAB che aggiunge: – Il nostro messaggio per il 3 giugno intente quindi essere un esplicito invito a pedalare insieme verso un futuro più sicuro, più sano e più sostenibile”.

Gli ultimi due anni hanno contribuito a una nuova presa di coscienza sull’importanza e sulle opportunità offerte dalla bicicletta: sempre più persone usano le due ruote nelle nostre città tutti i giorni e nuove risorse finanziarie sono state stanziate per la mobilità ciclistica, mentre altre si auspica possano arrivare. Intanto, la rapida diffusione dell’e-bike che ha ampliato enormemente la platea di utenti e l’avvento delle cargo-bike per le consegne in città rappresentano già il cambiamento in atto.

La bici secondo FIAB è dunque davvero destinata, oggi più che mai, a ridisegnare il futuro: delle città e territori, affinché siano più salubri e con più spazi per le persone; del modello energetico, che deve lasciarsi alle spalle l’era delle fonti fossili e delle relative tensioni geopolitiche e belliche; e anche il futuro della convivenza su questo pianeta, che dovrà essere di pace tanto tra gli stati quanto tra le persone che condividono gli spazi urbani.

© FIAB

La campagna «La BICI ridisegna il FUTURO» di FIAB ed ECF sarà veicolata in occasione della Giornata Mondiale della Bicicletta del 3 giugno 2022 sulle pagine web e sui canali social della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta e delle 200 associazioni presenti in tutta Italia.

Iscriviti alla newsletter


Sostieni SmartGreen Post con una donazione!