Stanchezza primaverile: cos’è e come combatterla

405

La primavera è quella stagione dolce e indolente in cui la natura si risveglia e il sole comincia a illuminare e rendere piacevoli le giornate che, a mano a mano, si allungano sempre di più. Tuttavia, proprio il sensibile allungamento delle ore di luce provoca una sensazione di sonnolenza e stanchezza diffusa. Clinicamente, tale condizione si definisce con il termine di astenia (dal greco “stenos” ovvero “mancanza di forze”) e colpisce in media due persone su dieci. La stanchezza può durare pochi giorni o settimane e il riposo non sembra sufficiente a placarla. Paradossalmente, più si dorme, più ci si sente stanchi, svogliati e privi di energia.

I SINTOMI DELL’ASTENIA – diversi sono i sintomi che caratterizzano l’astenia. Tra i più importanti e diffusi ci sono: sonnolenza diurna, sensazione di affaticamento continuo, mancanza di energia, svogliatezza, difficoltà di concentrazione, difficoltà a comunicare concetti complessi, facilità a dimenticarsi nomi, luoghi, impegni, predisposizione a piccoli incidenti, perdita di appetito, perdita generale degli interessi, inclinazione all’isolamento, problemi di deambulazione e coordinamento.

PERCHÉ SUCCEDE – In primavera la natura si risveglia e, con essa, anche il nostro corpo, che si lascia alle spalle il torpore dell’inverno. In tutto l’organismo si verifica un aumento delle funzionalità e un conseguente innalzamento del consumo di energia, che si traduce in un calo di forze. Le cause dell’astenia, tuttavia, possono non essere legate al cambio di stagione. La stanchezza, nella maggior parte dei casi, è un campanello d’allarme che ci avvisa che è in atto uno stress fisico, psicologico o emotivo. Occorre allora fermarsi e concedersi un breve periodo di relax utile per smaltire lo stress e ritrovare l’energia.

- Advertisement -

COME SUPERARE LA STANCHEZZA? – Innanzitutto adottando abitudini di vita corrette, dieta sana e movimento. L’attività fisica assicura il miglioramento del sistema energetico della muscolatura, aiuta a espellere le tossine e, stimolando la produzione delle endorfine, elimina lo stress mentale e fisico.

I CONSIGLI PER COMBATTERE LA STANCHEZZA PRIMAVERILE:

  • Seguire una dieta sana ed equilibrata, a base di cibi ad alto valore biologico e ricchi di proteine
  • Bere molta acqua, preferibilmente minerale per il contenuto di calcio e magnesio che “rienergizzano” le cellule
  • Consumare una colazione calibrata a base di carboidrati, latte o yogurt, frutta fresca
  • Consumare preferibilmente cibi crudi molta frutta e verdure fresche
  • Come condimento, privilegiare l’olio d’oliva a crudo, ricco di acidi grassi monoinsaturi, dalle proprietà antiossidanti
  • Utilizzare spezie come timo, salvia, noce moscata e origano
  • Consumare alimenti integrali, ricchi di fibre e magnesio
  • Evitare il più possibile caffè, cioccolata, sigarette e cibi grassi o fritti
  • Evitare il sonnellino pomeridiano: rende sonnolenti nel pomeriggio e posticipa il sonno serale
  • Evitare anche di dormire troppo
  • Nell’arco della giornata, concedersi brevi pause per “staccare” con la mente e con il corpo
- Advertisement -