Eco camping, vacanze sostenibili all’insegna della natura

La crescente attenzione ai temi dell’ambiente e della sostenibilità ha fatto nascere un nuovo modo di viaggiare e anche i campeggi diventano green

Sempre più turisti scelgono viaggi ecosostenibili, all’insegna del rispetto per l’ambiente. Il tipo di vacanza che forse più di ogni altra promuove l’idea di turismo ecologico e a contatto con la natura è il campeggio. Dormire in tenda, rinunciando ai comfort a cui siamo abituati, ci riavvicina ad un modo di vivere più tranquillo e armonioso.

Il campeggio eco-sostenibile aggiunge un’attenzione in più verso l’ambiente ed è scelto da chi fa della sostenibilità uno stile di vita. Gli eco camping si distinguono dai campeggi classici per alcune caratteristiche come il basso impatto ambientale, l’utilizzo di materiali sostenibili per le costruzioni, l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile, l’attenzione alla raccolta differenziata. Inoltre, sono spesso esteticamente molto belli, originali e particolari e si trovano in aree naturalistiche stupende.

Ma vediamo più nel dettaglio quali sono le caratteristiche peculiari degli eco camping:

  • I campeggi ecologici vengono di norma realizzati tecniche di edilizia sostenibile con l’utilizzo di strutture costruite con materiali ecologici e facilmente reperibili nelle zone limitrofe come legno, pietre, a volte anche fango o paglia. In questo modo, si riduce drasticamente l’impatto ambientale del campeggio, in modo che risulti poco invasivo e che si amalgami allo scenario naturale della zona.
  • Puntano si energie rinnovabili ed efficienza energetica. Elettricità, acqua calda e riscaldamento sono garantiti senza inquinare l’ambiente o produrre rifiuti. Spesso vengono utilizzate anche delle vasche per raccogliere l’acqua piovana
  • Grande attenzione viene anche data alla raccolta differenziata e alla sensibilizzazione degli ospiti verso la riduzione dei consumi e in particolare lo spreco alimentare.
  • Promuovono le forme di mobilità sostenibile. Molti eco camping mettono a disposizione dei turisti servizi di bike sharing ben organizzati e dall’indiscutibile comodità per scoprire le bellezze del territorio circostante senza produrre inquinamento.
  • Promuovono e incentivano il rispetto della fauna e la flora locali. Molte strutture, al riguardo, organizzano veri e propri corsi e seminari alla scoperta delle bellezze naturali delle zone limitrofe, con sessioni di trekking, visite guidate, osservazione di animali. Altre hanno un orto biologico di cui anche i turisti possono usufruire e prendersi cura o organizzano giornate per la piantumazione di nuovi alberi.
  • Gli eco camping sono realtà in cui facilmente trovano accoglienza anche i nostri amici a quattro zampe.

Tra i suggerimenti che possiamo darvi per rendere il vostro campeggio veramente sostenibile c’è quello di utilizzare lampade da campeggio solari, che senza bisogno di pile usa e getta, hanno accumulatori capaci di ricaricarsi facilmente per poi garantire la luce necessaria nelle ore notturne. Un altro consiglio è quello di dotarsi di cucine da campeggio con fornelli ad alcool, che non producono residui o odori durante la combustione. Fondamentale, infine è bandire le stoviglie in plastica usa e getta: piatti e posate possono venire lavati facilmente, senza produrre rifiuti.

A livello di certificazioni, gli ecocampeggi sono riconoscibili per il loro marchio ecologico Ecolabel, segnalati da WWF o da Legambiente.

La scelta di un campeggio green è un’opzione ideale per coniugare relax ed etica anche in vacanza e per vivere un’esperienza autenticamente a contatto con la natura.