Vacanze green, Vuela lancia il glamping sostenibile in Perù

Un’occasione preziosa per vivere il paese più autentico, ospiti di famiglie locali che faranno da guida per scoprire luoghi unici e iconici

511

Viaggiare sostenibile non significa solo rispettare l’ambiente e i paesaggi naturali ma anche conoscere la cultura dei posti che si visitano e la vita della popolazione locale. Vuela, tour operator specializzato in viaggi di scoperta in centro e sud America, propone un nuovo modo di viaggiare in Perù, all’insegna della sostenibilità ma con l’atmosfera e il fascino del glamping.

Si tratta dell’opportunità di arricchire uno degli itinerari di viaggio nel paese sudamericano con un pernottamento sulle Ande, ospiti di famiglie locali e in confortevoli tende mobili. Un glamping sostenibile, che consente agli ospiti di condividere del tempo con la gente del posto, vivendo la loro quotidianità e dedicandosi ad attività che mettono in risalto la cultura e le tradizioni dei luoghi. Il tutto nel contesto ineguagliabile delle Ande peruviane, che offrono paesaggi indimenticabili e scorci di grande suggestione.

L’esperienza del glamping sostenibile di Vuela si può vivere nelle vicinanze di Cuzco, celebre per la sua architettura coloniale, e di Machu Picchu, la città perduta degli Inca. 

Le strutture curate, l’energia pulita, il cibo biologico ed esclusivamente locale rivelano l’amore per questa terra e per il suo popolo, insieme all’impegno nella conservazione del pianeta. L’opportunità di pernottare in un camping sostenibile è valida per tutti i tour in Perù proposti del tour operator sudamericano. 

Tour Gioielli del Perù e Bolivia, Perù Avventura in Amazzonia e i Misteri di Machu Picchu e Tour alla scoperta del Perù sono solo alcuni dei tanti itinerari dedicati che Vuela propone, all’interno dei quali è quindi possibile approfittare di questa esperienza culturale unica.

I glamping sono tre, ognuno dei quali unisce viste mozzafiato con esperienze su misura per i visitatori. Sono tutti direttamente gestiti da famiglie locali:

  • A un’ora e venti da Cusco, il Glamping Misminay offre un panorama straordinario che unisce campi coltivati e cime innevate. María e Mario Mayhua guideranno i viaggiatori alla scoperta di luoghi meravigliosi e li stupiranno con gustosi piatti tipici. Dal camping, trenta minuti di cammino portano gli ospiti ad uno degli scorci più sorprendenti e sconosciuti del paese, le famose Terrazze Circolari di Moray.
  • Il Glamping Huilloc, a due ore da Cuzco, è un salto nel passato, che permette un’immersione totale nella cultura tradizionale andina sullo sfondo di un tramonto indimenticabile. Francisca, Juan e i loro tre figli sono pronti ad accogliere i viaggiatori per renderli partecipi delle loro attività giornaliere, non lontano dal campo si trovano anche i resti archeologici di Aya Orqo e Pumamarca.
  • A un’ora da Cuzco, presso il Glamping Viacha, ci si sveglia con la brezza alto-andina, il sole raggiante e il buongiorno di una trentina di alpaca che vivono lì. Julian è un esperto di piante medicinali e sarà felice di svelarne i segreti agli ospiti, guidandoli lungo i sentieri ricchi di vegetazione.

I tre glamping propongono confortevoli campi mobili, situati nei punti migliori per godere appieno della bellezza del luogo, sono tutti dotati di riscaldamento, materasso a molle, piumino, coperte in pile, coperte in alpaca, comodino, cuscini e tavolo e sono completati da oggetti tipici delle Ande. I bagni sono arredati e curati con finiture moderne e serviti da pannelli solari. Le sale da pranzo, che possono variare per dimensioni e dettagli, sono quelle delle case delle famiglie, che decidono di aprire le loro porte per accogliere gli ospiti dei glamping.

Per completare l’esperienza e renderla ancora più sostenibili, sono previste diverse attività in compagnia degli abitanti del posto: lezioni di cucina, per scoprire i sapori peruviani in un luogo da favola, teatro in lingua, per divertirsi con i gesti e la mimica degli attori locali e ancora, lezioni con i bambini del luogo, incaricati sin da piccoli di amare e difendere la propria cultura, per uno scambio che arricchisca tanto gli ospiti quanto loro. Ma è anche possibile imparare la secolare arte andina della tessitura o apprendere i segreti dell’agricoltura, parte integrante della cultura peruviana.

Chi desidera un approccio più spirituale può assistere a una cerimonia tipica andina, per vivere il contatto profondo di questo popolo con la terra, la madre di tutti gli esseri viventi; infine, c’è la possibilità di cimentarsi nella preparazione dell’adobe, il mattone tipico, fatto di fieno e fango, usato dalle popolazioni locali per la costruzione delle case.

Le famiglie sono inoltre disponibili ad accompagnare i visitatori in piacevoli passeggiate: dal Glamping Misminay si possono raggiungere il belvedere (1 ora) e il sito archeologico di Moray (4 ore); per i più intraprendenti, dal Glamping Huilloc, è possibile avventurarsi fra ripidi sentieri e viste spettacolari alla scoperta dei siti archeologici nei dintorni (5 ore); infine, grazie alla guida esperta dei locali gli ospiti potranno partire dal Glamping Viacha alla scoperta di Pisac, con le sue meraviglie architettoniche e le incredibili terrazze, e del villaggio vicino che ospita un celebre mercato (2 ore) o ancora, godersi una camminata all’interno della laguna (4 ore).