Danimarca, un milione di alberi piantati grazie a una maratona televisiva

Nel corso della trasmissione sono stati raccolti circa due milioni e mezzo di euro contro la deforestazione

Una maratona televisiva per raccogliere fondi contro la deforestazione. L’idea ce l’hanno avuta in Danimarca dove, sul canale TV2, è andato in scena il Denmark Plant Trees, un programma televisivo nel corso del quale hanno raccolto fondi per piantare alberi. Con donazioni di privati ​​e aziende, l’evento si è concluso con un totale di 2,67 milioni di dollari raccolti, circa 2 milioni e mezzo di euro, abbastanza per piantare 914.233 alberi.

Lo show, una sorta di Telethon per l’ambiente, è andato in onda lo scorso 14 settembre ed è stato un vero successo di pubblico. L’evento è stato trasmesso in diretta nella foresta di Gisselfeld Klosters Skove nel parco avventura Camp Adventure, poco distante da Copenaghen, e organizzato dalla Danish Society for Nature Conservation e dalla Growing Trees Network Foundation.

Tanti gli ospiti intervenuti nel corso della trasmissione che aveva come obiettivo quello di raccogliere 20 milioni di corone danesi (poco meno di 3 milioni di dollari) per piantare 1 milione di alberi. Obiettivo a cui si è andati molto vicino, con grande soddisfazione degli organizzatori.

“È la prima volta che uno spettacolo di beneficenza si concentra su questioni climatiche in TV, è molto eccitante – ha dichiarato Kim Nielsen, fondatore della Growing Trees Network Foundation. È un modo positivo per ispirare le persone mostrando come fare la differenza, con un piccolo atto per affrontare la crisi climatica”.

Raggiungere il tetto prefissato dagli organizzatori è ancora possibile. Anche a trasmissione finita, infatti, è ancora possibile effettuare donazioni sul sito della Growing Trees Network Foundation.

L’idea non è nuova nel suo genere. Anche la BC Parks Foundation nella Columbia Britannica, in Canada, ha organizzato un evento simile. In quell’occasione sono stati raccolti 3 milioni di dollari dal pubblico per acquistare quasi 2.000 acri di foresta e proteggerla dal disboscamento.

Iniziative lodevoli che sono la cartina di tornasole di una popolazione sempre più attenta alle tematiche legate all’ambiente e alla sostenibilità, e che promettono di diffondersi presto anche in altri Paesi.