Come fare la raccolta differenziata: codici e simboli del riciclo

I simboli del riciclo sono dei codici internazionali che identificano univocamente il materiale del quale è costituito un oggetto e sono uno strumento fondamentale per separare correttamente i rifiuti

3467

Per fare una corretta raccolta differenziata è importante conoscere il materiale di cui sono composti gli oggetti. Alcuni sono facilmente identificabili e non abbiamo dubbi su dove conferirli; altri, come ad esempio i poliaccoppiati, lasciano sempre qualche dubbio. Per questo, sulle confezioni dei prodotti sono presenti dei simboli distintivi che ci aiutano a decifrare il materiale di cui sono formati e, quindi, il modo corretto in cui suddividerli.

I simboli del riciclo sono dei codici internazionali che identificano univocamente il materiale del quale è costituito un oggetto e sono uno strumento fondamentale per i cittadini che vogliono capire come fare una raccolta differenziata perfetta.

Nel precedente articolo abbiamo spiegato che si riciclano esclusivamente, o quasi, gli imballaggi, ovvero quei prodotti che hanno la funzione di proteggere, contenete e trasportare la merce. Questo è già un buon metro di giudizio quando dobbiamo decidere in quale contenitore conferire un rifiuto ma, ai fini di una corretta ed efficace raccolta differenziata, è importante conoscere anche i codici e i simboli distintivi che identificano univocamente un materiale.

Quando parliamo dei simboli del riciclo ci vengono subito in mente quelli stampati sui bidoni della spazzatura ma ci sono tanti altri codici non meno importanti che si trovano sulle confezioni e sui contenitori dei prodotti che acquistiamo e che ci aiutano a differenziare correttamente.

Gli imballaggi, infatti, sono spesso realizzati con materiali innovativi o poliaccoppiati e possono lasciare qualche dubbio sul loro conferimento. Qui entrano in gioco i simboli della differenziata, che riportano esattamente il materiale di cui è composto un oggetto.

Di seguito troverete una tabella realizzata da SmartRicicla con i più comuni simboli identificativi dei materiali e la loro destinazione nelle operazioni di raccolta differenziata.

 

 

PLASTICA

 

PET

 

PET

 

Polietilene
tereftalato o arnite:
Bottiglie di acqua, bottiglie di bibite, flaconi di shampoo

 

PE_HD

 

PE-HD

 

Polietilene ad
alta densità:
Contenitori degli yogurt, flaconi di detersivo

 

PVC

 

PVC

 

Cloruro di
polivinile:
Contenitori per alimenti

 

PE-LD

 

PE-LD

 

Polietilene a bassa
densità:
Sacchetti cibi surgelati, bottiglie spremibili

 

PP

 

PP

 

Polipropilene o
Moplen:
Bottiglie di ketchup

 

 

PS

 

PS

 

Polistirene o
Polistirolo:
Bicchieri monouso

 

 

O

 

O

 

Tutte le altre
plastiche

 

 

METALLI

 

FE

 

FE

 

Acciaio – Ferro

 

ALU

 

ALU

 

Alluminio

 

 

TESSILI

 

TEX

 

TEX

 

Cotone

 

TEX

 

TEX

 

Juta

 

 

CARTA

 

PAP

 

PAP

 

Cartone ondulato: Scatoloni contenenti i mobili in kit

 

PAP

 

PAP

 

Cartone non
ondulato:
Confezioni dei panini nei fast-food

 

PAP

 

PAP

 

Carta: Confezione delle
patatine nei fast-food, carta di giornale, sacchetti di carta

 

 

VETRO

 

GL

 

GL

 

Vetro
trasparente/incolore:
Bottiglie di
acqua

 

GL

 

GL

 

Vetro di colore
verde:
Bottiglie di vino

 

GL

 

GL

 

Vetro di colore
marrone:
Bottiglie di birra

 

 

LEGNO

 

FOR

 

FOR

 

Legno

 

FOR

 

FOR

 

Sughero

Leggi anche: