Raccolta differenziata: come smaltire correttamente sfalci e potature

Dove butto gli scarti della potatura, i rami secchi e le foglie? La risposta nella nostra rubrica in collaborazione con SmartRicicla

899
© Fran Hogan on Unsplash

Avere un giardino di cui prendersi cura o un terrazzo con piante e fiori significa fare i conti con alberi da potare, foglie che cadono, rami che devono essere smaltiti regolarmente. Conferire gli sfalci nel modo corretto aiuta a fare una buona raccolta differenziata e a recuperare materiale che poi diventerà compost e sarà utilizzato per concimare e fertilizzare il terreno.

Una foglia morta o un fiore appassito possono essere considerati materiale organico e quindi possono essere conferiti nell’umido, ma quando abbiamo a che fare con rami di grosse dimensioni, con cumuli di foglie o scarti di potatura, tutti derivanti da un’intensa attività di giardinaggio, il bidone della raccolta differenziata non basta più.

Il verde va pertanto smaltito in maniera diversa: come ci spiega SmartRicicla, l’app per la raccolta differenziata in Italia, in alcuni comuni è attivo il servizio di raccolta periodica porta a porta, come avviene per le altre tipologie di rifiuti, mentre in altri bisogna conferire gli sfalci presso l’isola ecologica o prenotarne il ritiro a domicilio. L’importante è non lasciarli ma in strada accanto ai cassonetti.

Dalla lavorazione degli scarti organici dell’attività di potatura è possibile produrre sostanze fertilizzanti. Il verde viene tritato e i materiali a matrice erbosa vengono adeguatamente miscelati con quelli a matrice legnosa per favorire l’immediato avvio del processo di compostaggio.

Dal lavoro di triturazione e miscelazione derivano dei cumoli di materiale che viene messo a maturare e più volte ribaltato in modo da garantire l’equilibrio aerobico tra l’ossigeno consumato dal materiale organico e quello proveniente dall’esterno. Il compost che si ottiene alla fine di questo procedimento è un terriccio scuro ed asciutto, grossolano che viene poi utilizzato per produrre sostanze fertilizzanti.

COSA PUOI CONFERIRE:

  • potature
  • ramaglie
  • piccoli tronchi
  • cortecce
  • segatura
  • piccoli pezzi di legno e truciolare senza vernici o colle

COSA NON PUOI CONFERIRE:

  • scarti alimentari
  • mozziconi di sigarette
  • lettiere per animali e qualsiasi rifiuto di natura non organica
  • legno e oggetti verniciati e/o incollati

Leggi anche: