Notti di scienza, a Roma otto incontri per promuovere l’ambiente

La sete di scienza passa attraverso le tematiche ambientali e della sostenibilità, al centro dell'evento che si svolgerà nella capitale a partire dal 31 luglio

316

Riprendono le “Notti di scienza” al Cinevillage di Parco Talenti. Da domani venerdì 31 luglio tornano gli appuntamenti organizzati dai principali enti di ricerca italiani che tanto successo hanno riscosso lo scorso anno. Otto incontri con la scienza dal 31 luglio al 25 settembre prima della proiezione serale organizzati nell’ambito del Progetto NET – Science Together nell’ambito della Notte dei Ricercatori 2020.

Si comincia da venerdì 31 luglio con “Il Cielo è sempre più blu…? Cambiamenti climatici e inquinamento: l’impatto e le soluzioni” con la partecipazione di Antonello Pasini e Cinzia Perrino, ricercatori dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico del CNR, conduce il giornalista e divulgatore Marco Gisotti. E si continua venerdì 7 agosto con “Lo spazio fa bene alla natura. Dialogo fra un’astrofisica e un naturalista” con Martina Cardillo, ricercatrice INAF –IAPS, e Piero Genovesi, ricercatore ISPRA.

“Crediamo che, dopo la terribile esperienza del Covid, i cittadini abbiano oggi più che mai sete di conoscenza scientifica e perciò siamo felici di riprendere questo dialogo fondamentale con il pubblico che ci aiuta a spiegare, in modo competente ma leggero, le dinamiche della scienza e, quest’anno, anche dell’ambiente – spiega Claudia Ceccarelli, responsabile del Progetto NET- Science Together –. Nel corso delle settimane si alterneranno le voci dei nostri ricercatori e ricercatrici, in un percorso che ci auguriamo sia felice e di successo come quello che abbiamo compiuto con il Cinevillage già lo scorso anno”.

“La cultura in periferia e nei centri di aggregazione è ciò di cui i nostri giovani hanno bisogno. Nel silenzio assordante delle scuole, chiuse e relegate ai margini di una incoerente programmazione – afferma il Presidente del Municipio III Giovanni Caudo – anche la scienza che invade i teatri all’aperto in periferia diventa necessaria. Un invito allo studio, alla competenza e all’analisi di cui Roma è affamata”.

“Come amministrazione in tre anni con il bando di Eureka che promuove la cultura scientifica abbiamo portato in tutti i territori della Capitale circa 100 progetti, quindi sono molto contento che anche grandi manifestazioni come Cinevillage Talenti abbiamo intrapreso un dialogo con la grande comunità scientifica e accademica della Capitale, incontri ed eventi di questo tipo sono una grande occasione per chi vive in città.  Ringrazio gli organizzatori e CNR, ENEA, INAF, INGV, ISPRA, CINECA, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica Internazionale UNINETTUNO per aver aderito” dichiara Luca Bergamo Vicesindaco di Roma con delega alla Crescita culturale.

“Accogliamo con favore, anche quest’anno, la proposta di divulgazione scientifica ospitata al CineVillage Talenti. Un’opportunità importante per incuriosire le nuove generazioni, avvicinare i cittadini di tutte le età al mondo della scienza e per valorizzare il mondo della ricerca” dichiara Albino Ruberti, Capo di Gabinetto della Regione Lazio.

Al Progetto NET aderiscono dieci fra i più importanti Enti pubblici di ricerca ed Università del nostro Paese: CNR (che ne è anche il capofila), ENEA, INAF, INGV, ISPRA, CINECA, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica Internazionale UNINETTUNO.

L’idea del Progetto NET è nata dall’esperienza di ScienzaInsieme che da due anni vede numerosi Enti di Ricerca e Università collaborare insieme sui temi della divulgazione, formazione e informazione che avevano già partecipato ad altre edizioni della Notte Europea dei Ricercatori e che l’anno scorso avevano già animato le notti scientifiche del Cinevillage.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto HORIZON 2020, realizzato con le azioni Marie Skłodowska-Curie, e si svolge tutti gli anni in 400 città dell’Unione Europea, coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, migliaia di ricercatori, centinaia di Centri di Ricerca, Enti di ricerca, Università, associazioni e numerosi altri soggetti impegnati nella divulgazione scientifica.

Gli appuntamenti scientifici al CineVillage sono una componente importante del percorso “waiting for the night” di sensibilizzazione e avvicinamento alla “Notte Europea dei Ricercatori” che quest’anno si celebrerà il 27 Novembre 2020.